spot_img

Il brevetto Microsoft per gli occhiali che leggono le emozioni

 

Google-Glass

Dopo l’arrivo degli HoloLens, i  visori ideati e pensati per la realtà aumentata, in Microsoft hanno ufficializzato un nuovo brevetto per gli occhiali in grado di poter leggere le emozioni.

L’ufficio dei brevetti made in Usa ha dato il proprio consenso, il device sarà in grado di poter leggere le emozioni di tutti coloro che saranno presenti all’interno del nostro campo visivo.

Non è stata ancora reso noto quando il prodotto sarà messo in commercio.

Nel frattempo, l’azienda di Redmond ha deciso di lanciare, alla presenza della conferenza degli sviluppatori a San Francisco, un nuovo e più facile  metodo per adattare le app di Apple e Google a tutti i device di Windows.

C’è da pensare che anche il brevetto degli occhiali che leggono le emozioni potrebbe rimanere solo su carta ,come tanti brevetti che sono stati depositati dalle aziende tecnologiche.

La novità intriga molte aziende per i tanti e possibili impieghi, specialmente quelli legati al mondo professionale come gli interrogatori, i negoziati o persino i  colloqui di lavoro.

Redmond è riuscito a fare un passo in avanti deciso verso una realtà virtuale, dopo aver ufficializzato l’ingresso del device HoloLens, che dispone di  un’interfaccia olografica tramite la quale è possibile poter entrare in contatto con lo sguardo, la voce o i gesti delle mani.

Contemporaneamente Microsoft ha deciso di aprire le porta alla concorrenza.

Il suo vero obiettivo è di aumentare le app che sono disponibili per smartphone e tablet che presentano il sistema operativo Windows, tanto da facilitare il compito dei propri sviluppatori per adattare le app già presenti per i tanti dispositivi Apple e Android.

Ciò è stato rivelato durante la Conferenza annuale Build, in corso a San Francisco.

Il vicepresidente della compagnia Terry Myerson ha dichiarato che si potrà creare app per Windows semplicemente modificando poche righe di codice alle app che già sono state sviluppate per Android.

Il software per lo sviluppo di  Windows sarà pertanto compatibile con il linguaggio di programmazione “Objective C” di Apple.

Gli studiosi sono ancora al lavoro per interfacciare le app da collegare al device in previsione di un prossimo avvio sul mercato, notizia ancora non resa ufficiale.

Non è stata resa ufficiale la data di rilascio di Windows 10 ma secondo i più informati la nuova versione potrebbe arrivare durante il periodo estivo.

Il Ceo di Microsoft, Satya Nadella, ha dichiarato: “Rappresenta una nuova era nel personal computer che porta all’olografia. Un’era in cui quello che conta è la portabilità dell’esperienza e non quella del dispositivo”.

Ha fatto poi seguito il vicepresidente della compagnia Terry Myerson che ha detto:“Entro due o tre anni dal lancio, Windows 10 sarà su un miliardo di dispositivi nel mondo”.

Per poter migliorare ed aumentare gli utenti e la memoria all’interno dei dispositivi è obbligatorio popolare il numero delle app, su questo e altro si sta concentrando la società di Redmond.

Dettato da ciò Microsoft ha deciso di avviare la collaborazione con  Apple e Google, rendendo più facile per gli sviluppatori l’ adattamento delle applicazioni già elaborate per dispositivi con iOS e Android, dopo aver modificato il solo codice.occhiali google

Filippo iulianihttp://www.droppergen.net
Appassionati di tecnologia e di tutto ciò che ruota intorno al web 2.0. Web writer esperto ed Editore e di Droppergen.net e cacciatore delle ultime news dal mondo della tecnologia.

Related Articles

Stay Connected

0FansLike
2,951FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles