Aereo russo precipitato nel Sinai, esame della scatola nera conferma esplosione

0

Egitto, esito esame scatola nera: aereo russo è stato bersagli di attacco terroristico

Ormai sembra non ci siamo più dubbi: l’aereo russo precipitato sabato scorso nel Sinai è stato vittima di attentato terroristico.

A confermare questa circostanza, sono due fatti entrambi provenienti da Mosca: da un lato, dal Cremlino la decisione di sospendere i voli da e per Sharm El Sheik, ossia la località turistica egiziana da dove era partito l’aereo poi precipitato sul deserto del Sinai; dall’altro lato vi sono gli esiti dell’esame svolto sulla seconda scatola nera, in cui pare si sia avvertita un’esplosione. Non a caso, la decisione del governo russo è giunta poco dopo l’annuncio dell’esame della scatola nera; forse una bomba era piazzata nella parte posteriore dell’aereo ed è stata azionata con un timer, esclusa al momento invece la presenza di un kamikaze a bordo.

L’aereo precipitato nel Sinai ha ucciso 227 persone, in gran parte russi; la Russia è ancora in lutto per quanto avvenuto una settimana fa, il fatto che si tratti di attentato molto probabilmente getterà maggiormente nel panico il paese.