Alfio Longo: ucciso dalla moglie, che aveva inscenato rapina

0
Alfio Longo - Biancavilla

Aggiornamento:

Alfio Longo, il pensionato ucciso ieri nella sua villetta a Biancavilla, Catania, è stato assassinato da sua moglie, Vincenzina Ingrassia. E’ stata la donna a confessare, ha inscenato una rapina per mascherare l’omicidio di suo marito, che ha ammazzato perché stanca dei suoi recenti atteggiamenti violenti.

Alfio Longo, 67 anni, ucciso a bastonate in casa sua. Il pensionato viveva a Biancavilla con la moglie, Enza Ingrassia, fortunatamente illesa. La donna era stata costretta a legare il marito ed era stata legata a sua volta. Due malviventi si erano introdotti all’alba in casa dei due per compiere una rapina. Alla ribellione del pensionato, uno dei due ha colpito l’uomo con un bastone alla testa, uccidendolo sul colpo.

Si chiamava Alfio Longo il pensionato di 67 anni ucciso a Biancavilla, in provincia di Catania. Due malviventi si erano introdotti questa notte nella sua abitazione per compiere una rapina, avevano legato sia lui che la moglie, Enza Ingrassia. La donna, illesa, una volta liberatasi si era prontamente recata nella stanza in cui era stata costretta dai malviventi a legare il marito. Ha trovato Alfio Longo senza vita ed ha chiamato subito i carabinieri. Dai rilievi si apprenderà che il pensionato è stato ucciso con un colpo alla testa.

Alfio Longo abitava in contrada Crocefisso, nella provincia Biancavilla di Catania. Due malviventi hanno fatto irruzione in casa, questa notte, minacciando  i coniugi di rapina. Avevano prima costretto la moglie dell’uomo a legarlo in una stanza, poi  avevano portato la donna in un luogo separato legandola a sua volta. Poche centinaia di euro e qualche prezioso, questo il bottino della rapina. Alfio Longo aveva tentato di ribellarsi alla rapina dando inizio ad un lungo e violento scontro verbale. Aggressione che ha avuto un tragico epilogo, perché uno dei due malviventi ha colpito il pensionato alla testa con un bastone, uccidendolo sul colpo.

Una volta riuscitasi a liberare, Enza Ingrassia, la moglie di Alfio Longo, era accorsa nell’altra stanza per raggiungere il marito. L’uomo è stato ritrovato senza vita, e la donna ha chiamato i carabinieri ed alcuni parenti. La coppia viveva a Biancavilla in una palazzina adiacente alle abitazioni di altri parenti, il fatto è avvenuto questa mattina prima delle cinque.