Nicolò Giancaleone: 9 medici indagati per la sua morte

0
211

Nicolò Giancaleone, 65enne deceduto in ospedale: indagati 9 medici.

Omicidio colposo: questa l’accusa per la quale sono indagate nove persone tra medici e infermieri. All’ospedale “Paolo Borsellino” di Marsala (Trapani), lo staff medico è stato denunciato in seguito alla morte di Nicolò Giancaleone, 65enne giunto al pronto soccorso lunedì scorso per una forte febbre e morto dopo poche ore. La figlia dell’uomo deceduto ha incolpato e denunciato i medici.

Nicolò Giancaleone, 65 anni, era giunto in ospedale lunedì scorso a causa di una forte febbre. Si trattava di un paziente iperteso e diabetico, affetto da due ictus, 20 anni fa e otto mesi fa. Lo scorso maggio, inoltre, aveva subito l’amputazione dell’arto inferiore destro.

In seguito ad una vana cura antipiretica prescritta dal medico di famiglia, Giancaleone era stato portato in ospedale perché la temperatura non accennava a diminuire e la pressione era sempre più bassa. Mentre l’equipe medica è stata denunciata per omicidio colposo, la figlia del paziente è stata citata a sua volta per attacchi fisici e verbali ad uno degli anestesisti.