Terremoto Centro Italia: cosa si può fare per aiutare

0

 

Terremoto Centro Italia: a poche ore dal sisma che ha devastato il Centro Italia e che ha avuto come epicentro Accumoli, è stato diramato un vademecum per aiutare concretamente la popolazione nelle zone colpite

CENTRO ITALIA-A poche ore dal sisma che ha devastato il Centro Italia e che ha avuto come epicentro il paese di Accumoli, è stato diramato un vademecum per aiutare concentramente la popolazione nelle zone colpite.

Come riferito dall’Avis di Rieti, serve urgentemente sangue di tutti i tipi per aiutare le persone rimaste ferite nel terremoto. I donatori possono recarsi all’Ospedale Lellis di Rieti muniti di carta d’identità e di codice fiscale. L’invito è stato esteso anche ai cittadini romani.

La Protezione Civile ha inoltre chiesto di evitare il volontariato spontaneo, visto che sul campo ci sono già migliaia di volontari che fanno capo alle tante organizzazioni presenti sul territorio e che sono coordinate dalla Protezione Civile.

Terremoto Centro Italia: il vademecum della Croce Rossa

La Croce Rossa ha invitato anche a lasciare libere le linee telefoniche e le strade di accesso, in particolare la via Salaria, per non intralciare le squadre di soccorso. Ha raccomandato inoltre di rallentare sui viadotti lesionati che si trovano a 4 chilometri da Accumoli. Segnalato un problema simile anche su un altro viadotto, il Tronto secondo, che si trova due chilometri più avanti.

Per chi è rimasto coinvolto nel terremoto, la Croce Rossa ha pubblicato un vademecum su quello che bisogna fare: chi si trova al chiuso, deve cercare un riparo ed evitare ascensori e scale, mentre chi si trova all’aperto, deve recarsi al più presto verso i centri di raccolta ed evitare di usare il telefono o l’automobile.