Usa: annuncia la strage sui social. 10 morti.

0
strage umpqua
strage umpqua

Una strage annunciata quella dell’Umpqua Community College di Rosenburg: l’assassino l’aveva scritto sui social.

Si potrebbe dire che si tratta della storia di una morte annunciata, dell’ennesima carneficina in un college statunitense. L’autore della strage, avvenuta nell’Umpqua Community College di Rosenburg, è Chris Harper Mercer, un giovane ventiseienne non studente del college.

La sua follia omicida si è consumata senza che nessuno potesse avere il tempo materiale di bloccarlo dato che, giunto sul luogo, ha iniziato a girare classe per classe, interrogando gli allievi sulla loro religione: se la risposta non era “sono cristiano” scattava l’uccisione.

Il bilancio della strage è di 10 morti e 7 feriti ma la furia omicida si è placata solo in seguito all’intervento della polizia che ha ucciso il killer. La strage all’Umpqua Community College era stata annunciata sui social. Sul profilo Twitter dell’assassino era comparso, il giorno prima, l’avviso “domani non andate a scuola”.