Taranto, otto arrestati per estorsione e spaccio

0

Un’altra operazione contro la droga ha avuto successo a Taranto, grazie all’intervento delle forze dell’ordine.

Ieri otto persone hanno subito l’arresto a Taranto, in esecuzione di un’ordinanza cautelare emessa dall’Autorità, per essere state ritenute colpevoli di associazione a delinquere finalizzata a usura ed estorsione. Non solo: seppure a vario titolo, le otto persone sono state accusate di spaccio di stupefacenti e di detenzione di sostanze.
Le indagini sulla questione proseguono fin dall’ottobre del 2014, e sono state dirette dalla Procura di Taranto. Le prove raccolte fino ad oggi hanno permesso agli inquirenti di emettere un’ordinanza cautelare finalizzata all’arresto delle persone ritenute responsabili.

L’attività di spaccio e delinquenza, secondo le forze dell’ordine, sarebbe avvenuta in maniera prevalente fra i comuni di Palagiano e di Crispiano, entrambi in provincia di Taranto.

Le estorsioni e l’usura erano rivolte principalmente ai piccoli imprenditori che vivevano in questi paesi, e venivano perpetrati mediante l’imposizione di tassi di usura che arrivavano anche al 130% in un anno.

Oltre che all’attività di estorsione, i sospettati avrebbero anche avuto sotto controllo una rete di spaccio di cocaina e di hashish. Sulla base di queste indagini la rete di spaccio e le attività di piccola usura sono state poste in evidenza portando così all’arresto dei sospettati.