Ubriaco al volante blocca il traffico e minaccia i carabinieri

0
Ubriaco al volante blocca il traffico
Ubriaco al volante blocca il traffico e minaccia i carabinieri

È accaduto alle porte di Grugliasco, città in provincia di Torino, dove un uomo ha causato un blocco del traffico, abbandonando la sua auto in mezzo alla carreggiata. Quando sono arrivati i carabinieri per assistere di persona all’avvenimento, l’uomo di 46 anni è diventato improvvisamente aggressivo, tentando di colpire uno di loro con un coltellino. Tutto si è, alla fine, risolto nel migliore dei modi, con l’arresto dell’aggressore ubriaco al volante.

L’uomo ubriaco al volante aggredisce uno dei carabinieri e viene arrestato

Secondo quanto raccontato, sembrerebbe che un uomo senza fissa dimora e senza lavoro abbia deciso, senza un apparente motivo, di fermarsi mentre si trovava alla guida della sua auto in mezzo alla strada, bloccando le macchine dietro di lui. Il tutto è accaduto in via Don Caustico, a Grugliasco, vero le 16 di venerdì pomeriggio. Gli altri autisti hanno subito chiamato in massa i carabinieri, comunicando l’inaspettato blocco della circolazione.

Questi si sono presentati poco dopo sul posto, venendo aggrediti senza preavviso. L’uomo ubriaco al volante è uscito barcollando dall’auto, dirigendosi verso i carabinieri che ha iniziato a insultare e minacciare. Fa, poi, un gesto inaspettato, estraendo un coltello e tentando di ferire uno dei due. L’altro lo ha, però, prontamente bloccato, rendendolo innocuo.

Trovata droga e ricavi della vendita nelle tasche del senzatetto

Arriva, poi, un’altra sorpresa per i pubblici ufficiali, i quali ritrovano 21 grammi di hashish e 1.215 euro nelle tasche del senzatetto alterato. L’uomo ubriaco al volante subisce, così, le accuse di resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale, minaccia aggravata e detenzione di armi fini all’offesa, come ha dimostrato lui stesso tentando di aggredire uno dei due carabinieri. È, successivamente, stata aggiunta l’accusa di possedimento e spaccio di sostanze stupefacenti; ora, resta da capire se i soldi in suo possesso provenissero dalla rivendita della droga, anche se la risposta pare scontata.