Per ottenere un prestito è utile sapere alcune informazioni che ci possono aiutare

0

La richiesta di prestito che avanziamo alla Banca o presso un altro Istituto di credito, è sempre sottoposto a valutazione del rischio da parte di chi dovrebbe concederlo. Oramai tutto è fatto tramite computer, per cui immediatamente risulta se in passato abbiamo avuto qualche disguido per il quale siamo finiti sulla “lista nera” dei cattivi pagatori o se abbiamo recentemente avanzato una richiesta di credito presso qualche altro Istituto, vedendocela respinta.

Quest’ultima informazione rimane a computer per sei mesi, dopo di che viene automaticamente cancellata. E’ evidente che a fronte di un diniego di prestito difficilmente un altro Istituto lo concede, anche perché spesso è lo stesso sistema informatico che blocca la richiesta in questi casi. Conviene, perciò, per aumentare le possibilità di ottenere un prestito attendere almeno sei mesi prima di procedere con una nuova richiesta dopo un diniego. In ogni caso per la richiesta è necessario un documento d’identità valido, il codice fiscale e documentazione reddituale (CUD, 730). L’importo massimo concedibile prevede delle rate di restituzione che non superino mai il 30% della capacità reddituale del richiedente, inteso come somma disponibile detratte le eventuali spese fisse mensili.