Obama a fine marzo a Cuba: ma non tutti sono d’accordo

0
SONY DSC

Storica decisione per il presidente Obama, il quale ha dichiarato che si recherà a Cuba entro la fine di marzo in una visita presidenziale ufficiale. La visita sarebbe l’ulteriore segno di un avvicinamento fra Cuba e gli Stati Uniti d’America, sancendo così forse la fine di quell’eterna rivalità fra queste due nazioni molto vicine eppure molto distanti fra loro in termini di rapporti politici.

Obama aveva già espresso la sua volontà di recarsi a Cuba l’anno scorso, seppure in termini generali, per trovare in una visita ufficiale il presidente Castro.

Non tutti però sono d’accordo con la decisione del presidente. I repubblicani hanno infatti reagito in maniera abbastanza negativa: in molti, fra cui Ted Cruz, hanno espresso una preoccupazione per questa intenzione, in quanto Castro sarebbe un dittatore, e durante il suo regime avrebbe oppresso la popolazione. Nessuna collaborazione quindi da parte di numerosi esponenti politici i quali considerano questa decisione “assurda”: anche Marco Rubio, politico cubano, è contrario. Vuole che le relazioni continuino, ma che vi sia uno sforzo di cambiamento anche da parte di Cuba, e una maggiore apertura verso una realtà democratica che segni una svolta col passato.