spot_img

Apple Watch quanto frutta a Cupertino?

apple watch

L’Apple Watch presenta un listino di partenza davvero molto basso rispetto  tutti gli altri device realizzati dalla Mela come iPhone e Mac, ma a Cupertino il piccolo dispositivo potrebbe far ricevere degli investimenti davvero importanti.

Se è vero che l’Apple Watch si presenta sul mercato da un prezzo decisamente più contenuto rispetto a tutti gli altri devide della Mela di casa Cupertino, dall’altra è evidente come il rapporto tra il costo di produzione e il prezzo di listino possa far riflettere soprattutto gli esperti del settore, che si sono intertogati sulla materia.

Il modello di smartwatch tra i più economici, lo Sport da 38 mm, è stato messo in vendita a 349 dollari, ma secondo gli analisti di Ihs la produzione sarebbe stimata intorno agli 84 dollari, ovvero il 24% del prezzo totale.

Proprio alcuni giorni fa il Ceo di Apple Tim Cook aveva dichiarato prettamente “inaccurate” le stime che erano state eseguite in merito ai costi per la produzione dei device della Apple.

Lo stesso Cook aveva poi aggiunto che i margini di profitto per l’azienda sarebbero stati più ridotti rispetto agli altri device della Mela.

Secondo Ihs, il modello meno caro dell’Apple Watch potrebbe costare 81,20 dollari per i  componenti a cui si devono aggiungere  2,50 dollari di manifattura, per un complessivo  di 83,70 dollari.

Le stime, tuttavia, non tengono conto di una serie incredibile di costi, per esempio possiamo citare: i costi derivanti dalla ricerca e sviluppo, la pubblicità  e la distribuzione.

Nella   presentazione dei risultati finanziari della Apple, la settimana scorsa, Cook si era espresso in merito ai margini di profitto del suo nuovo device, ovvero l’Apple Watch, per il fatto di essere più sottili rispetto ad altri prodotti della Mela, almeno per un lasso di tempo che arriva fino al primo trimestre di commercializzazione.

“L’Apple Watch è il dispositivo tra i più personali mai creati, era un mio sogno dall’età di 5 anni”: questo fu il messaggio lanciato dallo stesso Cook per presentare in modo ufficiale il dispositivo agli inizi del mese di marzo.

Alla presentazione ufficiale  Cook  propose al mondo un nuovo device in grado di fare e ricevere chiamate, avere molte informazioni sui risultati sportivi e sulle news, potersi collegare tramite i propri profili social ed inviare messaggi; tramite un semplice click alla corona digitale è possibile accedere ai comandi vocali di Siri e tramite  una doppia pressione sul tasto laterale è possibile pagare con Apple Pay.

A disposizione dell’Apple Watch tantissime applicazioni come Allarm.com molto utile per aprire il proprio garage, ShazamInstagram,Uber Twitter, ma le app su cui Apple ha posto l’accento sono essenzialmente due: salute e fitness.

Le prime due app sono state realizzate specificatamente per l’Apple Watch e sono: Workout app e Activity app.

La durata della batteria è complessivamente di “18 ore per un utilizzo classico”, senza considerare un periodo di “stress” del device.

Se si fa un preordine dal 10 aprile, l’apple watch arriva dopo sole due settimane, il 24, sui mercati di Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, Giappone, Hong Kong, Regno Unito e Stati Uniti.

 

apple-watch_1

Filippo iulianihttp://www.droppergen.net
Appassionati di tecnologia e di tutto ciò che ruota intorno al web 2.0. Web writer esperto ed Editore e di Droppergen.net e cacciatore delle ultime news dal mondo della tecnologia.

Related Articles

Stay Connected

0FansLike
2,942FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles