spot_img

Aids: scoperto potenziale inibitore naturale

Una nuova scoperta dell’Università di Trento potrebbe segnare una svolta nel percorso della lotta all’Aids.

La scoperta del Centro per la Biologia Integrata dell’Università di Trento potrebbe portare delle buone notizie a tutti i malati di Aids e a tutti coloro che cercano una cura. Le nuove terapie per sconfiggere l’Hiv passano da una proteina cellulare, SERINC5, che la squadra, guidata da Massimo Pizzato, ha scoperto e che potrebbe essere molto utile per contrastare il virus. I risultati della ricerca, pubblicata sull’autorevole Nature, hanno dimostrato che questa proteina potrebbe essere un valido inibitore naturale che, potenzialmente, potrebbe bloccare quello dell’Aids e altri virus. Questo renderebbe il virus molto meno aggressivo e, pertanto, più facile da debellare. La strada è ancora lunga, ma questa potrebbe essere una scoperta molto importante per la lotta all’Aids e, magari, quella fondamentale per sconfiggere il virus una volta per tutte, portando una cura a tutti i malati.

Filippo iulianihttp://www.droppergen.net
Appassionati di tecnologia e di tutto ciò che ruota intorno al web 2.0. Web writer esperto ed Editore e di Droppergen.net e cacciatore delle ultime news dal mondo della tecnologia.

Related Articles

Stay Connected

0FansLike
2,945FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles