Inserita la prima mandibola artificiale a Padova

0

Nuovo primato medico, questa volta tutto italiano. A Padova è stata ricostruita, per la prima volta, una mandibola artificiale mediante trapianto su una paziente affetta da osteonecrosi.

La paziente soffriva di infezioni che impedivano la funzionalità fisiologica della mandibola, e che continuavano a causarle problemi di salute. A Padova si sono messi al lavoro gli esperti del reparto di Chirurgia maxillo-facciale, diretti dal professor Giuseppe Ferronato che ha seguito direttamente l’intervento con il suo team.

Si tratta di un’operazione unica per delicatezza e importanza.

La paziente ha subito l’innesto di una mandibola artificiale nel tempo record di quattro ore. La struttura in titanio, del peso di 26 grammi, è provvista di inserti per permettere l’ingresso naturale dei nervi e dei muscoli. Questa protesi ha sostituito buona parte della mandibola, compreso il mento, rendendo nuovamente possibile sia la masticazione sia la possibilità di parlare e di deglutire, e conferendo un aspetto normale al volto.

Questa singolare ed evoluta tecnica è stata progettata dai ricercatori di Padova in stretto contatto con ingegneri di un’azienda del Belpaese, e rappresenta un vero traguardo per la tecnica e la medicina.