Virus che blocca il Mac e chiede un riscatto: come difendersi

0

Più temibile che mai, è arrivato anche un virus a far tremare tutti i possessori di Mac. La Apple, evidentemente, non è stata in grado di proteggere i suoi utenti dagli effetti di un nuovo virus, che è stato soprannominato KeRanger e che ha già prodotto dei danni su alcuni notebook della Apple. Questo tipo di virus, scoperto dalla Palo Alto Networks, agenzia di sicurezza, lascia di fronte agli utenti solamente una schermata che presenta tutte le modalità di pagamento per riscattare il pc e farlo tornare alle sue funzioni.

Inutile ora disquisire se il virus sia il prodotto della diffusione sempre maggiore dei Mac, che li rende quindi più appetibili ai delinquenti della rete, oppure se si sia verificata una falla nei sistemi di sicurezza dei prodotti Cupertino. Adesso è necessario scoprire come difendersi dal terribile KeRanger. Tutti coloro che possiedono un Mac possono rendersi conto di essere stati infettati per mezzo di un’operazione. Basta cercare il file General.rtf, che è il virus. Esso rimane dormiente per tre giorni e poi diventa attivo. Quando si esegue il virus, si sa che esso produce tre file: “.kernel_pid”, “.kernel_time” e “.kernel_complete”. Eliminare il virus è indispensabile per non cadere trappola della richiesta di riscatto.