spot_img

Anonimato online: Come essere realmente anonimi su internet

Oggigiorno navigare da anonimo su internet è diventato quasi indispensabile. Questo sia per protteggere la propria privacy non lasciando delle tracce in rete ma anche per svago. E’ possibile navigare su internet da anonimi? Certo che sì! Uno dei metodi è anche usare un browser che non lascia tracce nei siti visitati chiamato anonymouse.org  funziona come tutti i motori di ricerca ma il tuo ip non viene tracciato. la versione base presenta un po di pubblicità ma pagando un piccolo contributo essa sparisce. Navigare su internet in anonimato non è mai stato cosi facile.

anonimato online: perché esserlo e quali sono i vantaggi

Anonimato online: Perché?

Voler navigare in anonimato non è illegale, prima di tutto.
ma può essere un vantaggio per la protezione della tua Privacy, i tuoi dati personali e tanti altri benefici.

Come forse sai, molti dei siti web che visiti hanno un monitoraggio del traffico,
dove l’amministratore può liberamente visualizzare il tuo sistema operativo, browser, nazione e indirizzo ip.
Ovviamente nessun amministratore di un sito usa questo tipo di monitoraggio per scopi malevoli,
ma comunque anche in questo caso la nostra Privacy è inesistente.

L’indirizzo IP è un codice univoco che il tuo gestore (provider) ti ha assegnato.
Possiamo definirlo (per capirci) che l’indirizzo IP è come un numero di telefono che però ti serve per navigare on-line,

Possedendo un normale numero telefonico potrai rintracciare una persona,
stesso discorso vale per l’indirizzo IP e dunque oltre alla tracciabilità anche il monitoraggio delle tue azioni online.

Come navigare Anonimo

Per navigare in tutta sicurezza ci sono svariati metodi,
ma i più utilizzato sono i Proxy VPN.

Proxy:

In informatica e telecomunicazioni un proxy è un programma che si interpone tra un client ed un server facendo da tramite o interfaccia tra i due host ovvero inoltrando le richieste e le risposte dall’uno all’altro. Il client si collega al proxy invece che al server, e gli invia delle richieste. Il proxy a sua volta si collega al server e inoltra la richiesta del client, riceve la risposta e la inoltra al client.
A differenza di bridge e router, che lavorano ad un livello ISO/OSI più basso in quanto sfruttano i NAT, i proxy nella maggior parte dei casi lavorano a livello applicativo; di conseguenza un programma proxy gestisce un numero limitato di protocolli applicativi. [Cit. Wikipedia]

Proxy Anonimato

In sintesi un Proxy riesce a “nascondere” (in gergo “proxarti”) il tuo indirizzo ip mascherandolo con un altro.
Per esperienza, non consiglio l’uso di essi, per il semplice motivo che:

– L’anonimato non è davvero completo come si pensa.
– Internet estremamente lento.
– Anonimato SOLO su browser, quindi non in locale (es: skype, msn, ecc)
– Molti siti riescano a bloccare richieste provenienti da Proxy.

Questi “difetti” è per quanto riguarda i proxy pubblici reperibili su siti come Hide My Ass.
A differenza i proxy privati (in cui spesso dovrai acquistare), sono molto più stabili e forniscano un buon livello di anonimato online.

Virtual Private Network (VPN)

In telecomunicazioni una VPN o Virtual Private Network è una rete di telecomunicazioni privata, instaurata tra soggetti che utilizzano un sistema di trasmissione pubblico e condiviso, come per esempio Internet. Lo scopo delle reti VPN è di offrire alle aziende, a un costo inferiore, le stesse possibilità delle linee private in affitto sfruttando reti condivise pubbliche. Si può vedere una VPN come l’estensione, a scala geografica, di una rete locale privata aziendale che colleghi tra loro siti interni all’azienda stessa variamente dislocati su un ampio territorio sfruttando una rete IP pubblica per il trasporto su scala geografica e realizzando una rete LAN, detta appunto virtuale e privata, logicamente del tutto equivalente ad una infrastruttura fisica di rete (ovvero link fisici di collegamento) appositamente dedicata [Cit. Wikipedia]

VPN Anonimato

A differenza dei proxy un VPN riesce ad offrire un ottimo livello di anonimato.

I vantaggi sono notevoli:

– L’anonimato è sia su browser sia in locale (skype, msn ecc).
– Velocità download/upload ottima (dipende dal servizio).
– Anonimo ralmente.
– Pochi siti riescano a bloccare una connessione VPN.
– Possibilità di connettersi/disconnettersi quando lo si vuole.

In pratica un VPN è una nuova connessione che stabilirai sul tuo computer,
quindi è come se ti connettessi ad una nuova rete.
Come potrai dedurre dai vantaggi che ho appena scritto i servizi di VPN sono a pagamento,
ma costano veramente poco, parliamo anche di quattro dollari al mese.
Dunque per chi vuole essere realmente anonimo online, spendere solo quattro dollari al mese ne vale la pena.

Se sei interessato ad usare una VPN, ti consiglio l’uso del servizio Nvpn,
connessione molto stabile, veloce e potrai scegliere il paese in cui vuoi stabilire una connessione (ES: Olanda, avrai un ip olandese. America, Avrai un ip americano ecc)

Queste due alternative sono le più diffuse al giorno d’oggi per l’anonimato online,
ma comunque ci sono altri svariati metodi per l’anonimato online, ma io ho deciso di illustrarti quelli più effettivi e i meno complicati.

Filippo iulianihttp://www.droppergen.net
Appassionati di tecnologia e di tutto ciò che ruota intorno al web 2.0. Web writer esperto ed Editore e di Droppergen.net e cacciatore delle ultime news dal mondo della tecnologia.

Related Articles

1 COMMENT

Comments are closed.

Stay Connected

0FansLike
2,940FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles