Come fare a dividere o convertire file video

0

video

Attualmente ai nostri giorni  i file multimediali possono essere così creati in grande numero di formati proprio a seconda  della qualità audio/video e tenendo sempre a  conto di un possibile supporto sul quale si vuole scrivere i contenuti (ad esempio il più banale la masterizzazione su dvd).

Per poter meglio dividere o convertire il materiale che è in proprio  possesso nel formato che si vuole è possibile quindi utilizzare Allok Video Splitter, un software che è disponibile soltanto  in lingua inglese e che viene distribuito al prezzo speciale di $29.00, davvero molto conveniente per chi si trova ogni giorno a dover manipolare filmati e video.

Il funzionamento del programma può essere studiato dopo aver impiegato  la versione di valutazione (che offre soltanto la conversione di metà file) per poter scegliere se effettuare l’acquisto.

Dopo l’installazione si deve soltanto aprire il programma da Start > Programmi > Allok Video Splitter ed una volta entrati  nella schermata principale sarà quindi possibile poter scegliere il file da convertire selezionando “Open”. Una volta che sarà scelto il contenuto su cui è possibile agire è bene  effettuare alcune  modifiche: nel riquadro “Splitting mode” è possibile quindi selezionare tre opzioni:

  • Cut the marked range into one block” mantiene inalterato  il file
  • Split the marker range into N clips” consente di dividere il video in N (un numero intero) parti
  • Split the marked range every N seconds” consente di poter dividere il video ogni N (un numero intero) secondi

All’interno del riquadro “Output settings” è possibile così determinare i diversi parametri utili per la  conversione nel modo desiderato: formato, qualità audio/video, standard tv (NTSC – PAL), rapporto d’aspetto (4:3 – 16:9), tipo di codec audio.

Alla fine è possibile aumentare o diminuire l’intensità del volume originario [da -16 db fino a +20dk].

Da qui poi si deve selezionare tutte le impostazioni che meglio si addicono e si potrà scegliere la cartella di destinazione all’interno del  riquadro “Output folder” per poi quindi cliccare su “Split”.

Il processo finale potrà impiegare un intervallo di tempo variabile a dipendere dalle dimensioni del contenuto da modificare.

Freemake Video Converter

Secondo molti, il miglior programma per poter convertire video disponibile attualmente per Windows, almeno in ambito gratuito.

Può vantare un supporto per ben oltre 200 formati di file differenti e anche un’interfaccia utente davvero molto facile da poter usare che consente pure agli  utenti meno esperti di poterlo utilizzare senza timori.

E’ in grado di masterizzare DVD e Blu-Ray, creare video per dispositivi mobili e supportare appieno le tecnologie CUDA e DXVA che possono permettere di velocizzare il processo di conversione dei video sulle GPU abilitate.

Handbrake

Handbrake è un programma gratuito ed open source del tutto compatibile con i principali sistemi operativi che consentono di rippare DVD e Blu-Ray non per nulla protetti, convertire i principali formati di file video e quindi creare filmati MKV o MP4 compatibili con tutti i dispositivi più popolari.

Ha un’interfaccia molto intuitiva da usare e offre la possibilità di convertire film dopo aver scelto i capitoli, tracce audio, tracce di sottotitoli, ecc.