spot_img

Come lavorare in modo corretto davanti al computer

posizione ergonomica

 

Durante le ore di lavoro al computer è necessario saper mantenere una posizione corretta oltre che per il corpo anche per evitare possibili  danni come i classici  disturbi muscolo-scheletrici, infiammazioni e molto altro.

Vediamo insieme una breve guida per risolvere questo problema che attanaglia sempre più persone.

Tutti coloro che trascorrono molte ore al giorno posti seduti  davanti alla scrivania devono poter  cercare di mantenere con il proprio corpo una posizione corretta dato che con il lento trascorrere del tempo una cattiva postura potrebbe provocare dei dolorosi disturbi muscolo-scheletrici, infiammazioni ecc.

Tutti i vati strumenti di lavoro tra i quali computer, tastiera,mouse, schermo devono poter essere utilizzati nel pieno rispetto dei requisiti.

La scrivania, come da norma, deve avere un’altezza che va tra i 70 e gli 80 cm; è decisamente meglio che possa avere il piano per lo schermo posto leggermente più in alto rispetto a quello dove si deve posizionare la tastiera.

La sedia deve essere per quanto possibile la più ergonomica possibile, regolabile sia in altezza (da 38 ai 50 cm) sia per l’angolazione (tra i 90° e i 110°).

Il sedile, come molti potrebbero erroneamente pensare, non deve essere troppo morbido e lo spessore per la  regione lombare deve essere pari a 4 cm.

Un buon consiglio è optare per una sedia con braccioli (su cui poter poggiare gomito e braccia durante la fase della scrittura), deve essere girevole così da poter evitare delle spiacevoli torsioni della colonna vertebrale.

Lo schermo deve essere posto esattamente all’altezza degli occhi, ad una distanza che sia pari a 60 cm e con una inclinazione di 10-20°.

E’ necessario evitare riflessi o riverberi che possano pertanto provocare dei fastidiosi disturbi agli occhi.

La tastiera deve essere posta tanto che vi sia lo spazio per riporre  sulla scrivania gli avambracci e le mani.

Il mouse non deve essere posto troppo lontano dalla propria posizione ergonomica e, quando lo si usa, non deve essere necessario allungare il braccio dato che , diversamente, l’omero è in grado di allontanarsi dal corpo dopo aver messo così la spalla all’interno di una posizione scomoda e dopo aver sollecitato i muscoli in modo non corretto.

In merito a quello che concerne la postura del corpo, il corpo deve essere posto diritto e in linea perfettamente con la colonna vertebrale; le spalle devono essere  tenute il più possibile basse, con il torace totalmente aperto e rilassato, dopo aver appoggiato i gomiti ai braccioli o alla scrivania; i piedi devono essere appoggiati bene al pavimento o sopra un poggiapiedi, anche se le ginocchia devono essere in grado di formare un angolo di 90° tra coscia e gamba.

Le mani, quando si lavora sulla tastiera, devono rimanere completamente morbide e rilassate, evitando degli inutili piegamenti innaturali.

Un corretta posizione davanti al terminale potrebbe evitare seri problemi di postura quali:
• disturbi alla colonna vertebrale dovuti essenzialmente da una non corretta posizione sedentaria per lungo tempo  o a una postura scorretta;

• disturbi muscolari che sono dovuti dal possibile affaticamento e indolenzimento dei vari  muscoli perché sono poco irrorati dal sangue per la posizione contratta statica.

 

 

Filippo iulianihttp://www.droppergen.net
Appassionati di tecnologia e di tutto ciò che ruota intorno al web 2.0. Web writer esperto ed Editore e di Droppergen.net e cacciatore delle ultime news dal mondo della tecnologia.

Related Articles

Stay Connected

0FansLike
2,984FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles