E’ arrivato Intel Ivy Bridge

0

Ivy Bridge

Le nuove CPU per PC e notebook hanno potuto raggiungere  velocità davvero molto alte, ma quali sono le caratteristiche della nuova generazione Ivy Bridge?

Quali sono gli elementi che è necessario poter valutare prima di acquistare un processore di questa generazione?

I nuovi processori Ivy Bridge, presentati in via ufficiale lo scorso 23 aprile a ben 15 mesi di distanza dai precedenti Sandy Bridge, possono appartenere alla terza generazione Intel “Core i”. La sigla inizia sempre con un 3, ad esempio Core i7-3770.
I primi a poter apparire sul mercato sono stati i “Core i7” e i “Core i5”, mentre i “Core i3” hanno fatto la loro comparsa soltanto qualche giorno fa.

Sono ben cinque modelli dual-core con Hyper-Threading denominati Core i3 3220, Core i3 3220T, Core i3 3225, Core i3 3240 e Core i3 3240T.

Le seguenti  CPU vanno da 2.8 a 3.4 GHz, la cache L3 è per tutti di 3 MB, mentre il TDP è di 35 o 55 watt a seconda del processore.

Tutti i modelli presentano la HD Graphics 2500, tranne il  Core i3 3225 che impiega un core HD Graphics 4000.

Con le stesse frequenze rispetto ai Sandy Bridge, i nuovi processori Ivy Bridge sono davvero più veloci del 6%.

I più piccoli transistor e i conduttori che  sono in grado di trasportare i  dati sono di soli 22 nanometri.

I precedenti Sandy Bridge sono n grado di utilizzare le nuove tecnologie costruttive a 32 nanometri.

Un processore Ivy Bridge è in grado di  ospitare 1,4 miliardi di transistor, ossia il 20% in più dei Sandy Bridge.

La GPU che è integrata all’interno dei processori di terza generazione è l’Intel HD 4000 che risulta decisamente più veloce dell’HD 3000 ed è in grado di gestire anche la grafica DirectX 11.

E’ bene sottolineare che l’HD 4000 è ideale solo per i giochi dalla grafica essenziale. per i giochi 3D quelli più complessi occorre pertanto avere a disposizione avere una scheda video esterna AMD o NVIDIA.

Quando è possibile scegliere un processore Ivy Bridge è bene fare anche attenzione al fatto che alcuni di essi (come i modelli i3 l’i5-3470) che impiegano  la GPU Intel HD 2500, che è veloce circa la metà di una HD 4000.

Anche gli Ivy Bridge possono utilizzare la tecnologia “Turbo Boost” che offre la possibilità di poter incrementare in modo temporaneo la frequenza di clock per poter rispondere alle richieste di potenza di giochi e applicazioni.

Un netto passanti in avanti, con prestazioni migliorate, l’evoluzione tecnologica che avanza e che porta miglioramenti tecnici decisamente apprezzabile, come ad esempio la grafica o la CPU.

Ottima la risposta per gli amanti e tutti i veri appassionati dei giochi da Pc.

Il Core i7-3770, per esempio, è in grado di passare da 3,4 a 3,9 GHz.

Gli Ivy Bridge possono consumare meno rispetto ai Sandy Bridge.

Facendo un esempio, un processore Core i7-3820QM sotto carico ha un consumo di 45 Watt, contro i 55 Watt richiesti dal Core i7-2960XM della precedente generazione.

La differenza di consumo si può rilevare solo con i processori sotto pieno assorbimento, a riposo la diversità dei loro consumi è poco significativa.

Che cosa dire, vogliamo provare?