Game Of Thrones, la sesta stagione sarà incentrata sulla morte

0

Nella mattinata di ieri, HBO ha rilasciato un nuovo teaser composto da 16 poster che ritraggono personaggi vecchi e nuovi di Game Of Thrones. Sulla falsariga del teaser precedente, responsabile di aver riacceso gli animi dei fan, questa nuova campagna suggerisce che la nuova serie potrebbe essere focalizzata sulla morte.

Tra i personaggi riproposti, alcuni di essi sono morti nelle serie precedenti, come Geoffrey e Robert Baratheon, alcuni sono vivi, come Daenerys e Daario Naharis, mentre altri sono in attesa di giudizio, come l’amato Lord Comandante dei Guardiani della Notte, Jon Snow.

Cosa potrebbe significare? Le interpretazioni potrebbero essere molteplici. Che sia un personaggio di Game Of Thrones 6 oppure no, di certo HBO sta utilizzando il volto di Kit Harington per condurre una campagna pubblicitaria davvero potente che, a distanza di mesi dalla conclusione della stagione cinque, ancora mette in dubbio che Snow sia realmente morto.

Jon Snow potrebbe non essere l’unico personaggio a fare ritorno dal mondo dei morti. Stando a quanto hanno voluto rivelare questi ultimi teaser rilasciati da HBO, la prossima infornata di episodi potrebbe essere prepotentemente incentrata sul tema della morte. Morte e resurrezione, quindi, potrebbero essere i temi della prossima stagione in onda dal 24 aprile su Sky Atlantic.

A questo punto, si potrebbe ragionevolmente rispolverare il motto dei Lord delle Isole di Ferro, che evocando il Dio Abissale sono soliti esclamare “Ciò che è morto, non muoia mai”. In via del tutto ipotetica, potrebbe essere Lady Melisandre a riportare indietro Jon Snow dal regno dei morti, insieme a Sandor Clegane (Il Mastino), già avvistato sul set nel novembre scorso.

Accanto a Jon Snow e Il Mastino, potrebbe essere una vecchia conoscenza di Tyrion Lannister a resuscitare e stabilirsi a Meeren. Come già anticipato, i Greyjoy rivestiranno un ruolo cruciale in questa sesta stagione, che potrebbe vedere il ritorno di Catelyn Tully, già caldeggiato al termine della terza stagione ma prontamente smentito da Michelle Fairley, interprete della Lady di Grande Inverno.