George R.R. Martin rilancia: ecco chi potrebbe tornare a Game Of Thrones 6

0

Se l’attesa per la nuova stagione di Game Of Thrones vi sta logorando, è nulla in confronto a quella che si prova per l’uscita di The Winds of Winter, nuovo volume della saga che George R.R. Martin conserva gelosamente in chissà quale vecchio e polveroso cassetto. A poche settimane dalla prima di stagione, l’autore de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco torna a parlare di un personaggio in particolare, morto nella serie ma ancora vivo nelle sue opere.

Hanno ucciso un personaggio che io non ho fatto morire – tuona Martin – mi accusano di essere un sanguinario, ma Dan e David lo sono più di me. Il messaggio subliminale lanciato dal perfido autore di Game Of Thrones fa quindi presupporre una svolta epocale nella narrazione, che farà leva proprio sul gap narrativo che separa i libri dalla serie tv.

I personaggi principali, che i produttori che della serie di HBO hanno fatto fuori rispetto ai libri, sono sei in totale. Tra questi, quasi tutti della casata Baratheon, spicca il povero Stannis, che gli autori si sono divertiti a distruggere pezzo dopo pezzo. Da padre amorevole a orco senza possibilità di redenzione, Stannis Baratheon – succube del fascino sinistro di Melisandre – è di certo il personaggio che meglio si presterebbe a essere ripescato e gettato nel calderone di Game Of Thrones 6.

A differenza della serie tv, nella quale viene arsa in una pira, Stannis lascia Shireen a Grande Inverno. Per questo – e per tanti altri motivi – Stannis e Shireen Baratheon potrebbero avere un ruolo cruciale nelle trame della prossima stagione de Il trono di spade. La speranza è quella di rivedere Stannis a capo del suo esercito, pronto a ribaltare completamente il destino del Nord. Non ci resta che aspettare il 24 aprile e capire se Stannis potrà mettersi in coda alla lunga lista di personaggi da resuscitare in Game Of Thrones 6.