Uno studio accusa Google: “manipola i risultati delle ricerche”

0

Google manipolerebbe i risultati delle ricerche dando più visibiltà ai suoi prodotti rispetto a quelli della concorrenza. La denuncia arriva da uno studio condotta da Tim Wu della Columbia Law School e da Michael Luca della Harward Business School, insieme a un team di Yelp.
Il colosso di Mountain View risponde a queste accuse: “lo studio si basa su una metodologia viziata che si concentra sui risultati per appena una manciata di ricerche”.
Già o scorso aprile Google era pienamente in disaccordo con l’Antitrust Ue, che ha aperto un’indagine con l’accusa di abuso di posizione dominante sul mercato delle ricerche online: infatti Google potrà anche essere il motore di ricerca più usato, ma le persone oggi possono avere accesso alle informazioni anche a partire da motori di ricerca diverse da questo: la scelta c’è, ed è chiaro che Google tenderà sempre a valorizzare maggiormente i propri prodotti rispetto a quelli della concorrenza. Se non sta bene si possono sempre usare motori di ricerca alternativi.